Rogo all’ex Carrefour, “CentroCittà” bacchetta “Rinnovamento”: dilettanti allo sbaraglio

Scritto da il 15 aprile 2017

Print Friendly

CAPODRISE. Sentivamo proprio il bisogno di conoscere il pensiero del gruppo “Rinnovamento”. Non abbiamo il piacere di conoscere il signor Gaetano Guida, dalla foto fatta circolare sul web sembra simpatico. Ma ciò che propone all’indomani del rogo ai capannoni degli ex “Giardini del Sole” rasenta il ridicolo. Solo che egli rappresenta un movimento che esprime due consiglieri comunali e che ha un certo seguito a Capodrise; è doveroso, quindi, anche nel rispetto dei cittadini, dargli una risposta, così la prossima volta evitare di apparire un dilettante allo sbaraglio. Signor Guida, le sembra ragionevole invocare le dimissioni di un sindaco, in questo caso Angelo Crescente, eletto con metodi democratici e che governa per volontà popolare, perché in una proprietà privata scoppia un incendio? Guardi che siamo a Pasqua, non a Carnevale! In Italia la proprietà privata è una cosa seria, tutelata dall’ordinamento giuridico. Le assicuriamo che tutto ciò che rientra nei poteri di un sindaco e di un’amministrazione comunale è statoe sarà fatto, ma nessun può valicare con leggerezza e superficialità i limiti della proprietà privata. Chi sostiene il contrario o è un incompetente e, magari, pensa di stare fuori a un bar, o parla in malafede. E noi siamo certi che lei non è in malafede.

Caro signor Guida, “CentroCittà”, come forse saprà, è forza di maggioranza. Riteniamo, tuttavia, che Capodrise abbia bisogno di un’opposizione. Di un’opposizione istituzionale, credibile e concreta. Di un’opposizione che coltivi l’ambizione di governare questa città. Consigli al suo gruppo di non cavalcare le onde emotive e di smetterla con l’aria fritta, altrimenti sarà destinato a rimanere dov’è per i prossimi cinquant’anni!

© Copyright 2017 Redazione, Tutti i diritti riservati. Scritto per: Vivi Casagiove
Redazione

Info Redazione

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.