Bagnoli Irpino (AV), i numeri da record della 40esima edizione della Sagra del Tartufo e della Castagna

Scritto da il 13 novembre 2017

Print Friendly, PDF & Email

BAGNOLI IRPINO (AVELLINO) – E’ indubbio il successo della 40esima edizione de “Il Nero di Bagnoli – Sagra della Castagna e del Tartufo”, l’evento appena concluso che anche quest’anno ha messo insieme eccellenze del territorio e offerta turistica di qualità. E’ quanto emerge se si tiene conto delle presenze registrate per l’edizione 2017: negli ultimi due week-end di ottobre, infatti, sono stati circa 250mila gli appassionati che hanno raggiunto il borgo irpino: quanto basta per annoverare la rassegna, promossa dal Comune di Bagnoli Irpino e finanziata dalla Regione Campania nell’ambito del POC 2014-2020, come la principale tra le manifestazioni gastronomico-culturali che animano l’autunno irpino.

Numeri da record, quindi, che vengono evidenziati con orgoglio dal sindaco di Bagnoli Irpino, Filippo Nigro: «In cinque giorni di manifestazione dichiara al riguardo il primo cittadino di Bagnoli Irpinodurante i due weekend dedicati alle peculiarità del nostro borgo si è registrata un’affluenza di pubblico stimata tra le 250mila e le 300.000 persone: numeri che ci permettono di connotare questa come l’edizione dei record e di definire, senza esitazione, “Il Nero di Bagnoli – Sagra della castagna e del tartufo” come la principale manifestazione della stagione autunnale della provincia di Avellino».

Un programma ricco di iniziative e molto vario, tale da permettere di potenziare e meglio veicolare l’offerta gastronomica curata dai tantissimi stand presenti, coinvolgendo il pubblico proveniente dall’intera Campania, e non solo, in giornate all’insegna della convivialità e dell’intrattenimento di qualità: dalle gustose proposte degli stand enogastronomici alle escursioni naturalistiche, dalle visite guidate presso il centro storico a veri e propri momenti di approfondimento culturale,  dalla fruizione dei beni culturali – architettonici – da registrare l’incredibile successo ottenuto dalle visite al Castello di Cavaniglia, recentemente restaurato e da poco restituito in tutto il suo splendore per una nuova fruizione – alla proposta artistico – musicale. E’ per questi ingredienti, in questa alchimia armonica, che coloro che hanno deciso di raggiungere Bagnoli Irpino hanno avuto modo di godere della calorosa e speciale accoglienza irpina.

Apprezzata anche la macchina organizzativa dell’evento: «Il Nero di Bagnoli è una rassegna a tutto tondo che, attraverso un’organizzazione efficace, frutto del lavoro concertato dell’amministrazione comunale, della Pro Loco Bagnoli-Laceno, delle associazioni del territorio e delle forze dell’ordine, alle quali va il mio più sentito ringraziamento – continua il sindaco Nigro – ha permesso che tutto si svolgesse nel migliore dei modi, riuscendo a calamitare l’interesse di un pubblico attento e consapevole che ha potuto toccare con mano l’autenticità delle nostre eccellenze».

L’appuntamento è perciò rinnovato al prossimo anno, con la certezza che “Il Nero di Bagnoli” rappresenti ormai uno dei capisaldi dell’offerta turistica ed enogastronomica regionale.

© Copyright 2017 Redazione, Tutti i diritti riservati. Scritto per: Vivi Casagiove
Redazione

Info Redazione

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.